Come mantenere il cambiamento

Ogni famiglia ha bisogni diversi. Per poter trovare la giusta strategia per adottare e mantenere le nuove abitudini di alimentazione e movimento, bisogna prima capire di che cosa si ha bisogno. Infatti, la strategia verrà adeguata ai bisogni e allo stile di vita di ogni famiglia.

In questa ultima settimana ricapitoliamo alcuni dei consigli dati, aggiungendone un paio, per aiutarvi nell’adozione e nel mantenimento di abitudini più sane.

  • parlate: condividere le proprie sensazioni e esperienze è importante. Soprattutto quando la motivazione comincia a calare è importante parlarne. L’altra persona potrebbe aiutarvi a ritrovare la motivazione. Leggete “La comunicazione è fondamentale” e “Comunicare è importante” per saperne di più.
  • premiate: per motivare i vostri figli, pensate a ricompensarli quando le loro azioni sono positive. Trovate l’articolo sulle ricompense qui. Se invece siete indecisi su quale ricompensa usare, leggete l’articolo nella sezione figli. Pensate anche a ricompensare voi stessi quando fate come vi siete prefissati di fare! Chi l’ha detto che le ricompense sono solo per i bambini?!
  • ricordatevi degli obiettivi: pensate agli obiettivi che vi siete posti e tenete duro per raggiungerli! Se vi accorgete che sono troppo ambiziosi, ridimensionateli: sarà così un po’ più facile e sarete più contenti di riuscire a raggiungerli!
  • pensate ai motivi per cui avete deciso di cambiare: fate una lista di motivi per cui avete deciso di cambiare. Scegliete quello principale e scrivetelo da qualche parte dove lo potete vedere tutti i giorni.
  • pensate al piacere che traete dalle vostre nuove abitudini: può essere il sentirsi meglio dopo aver mangiato bene o fatto un po’ di movimento, oppure la diminuzione dello stress o il piacere di nuotare. Ricordatevi di ciò che vi dà piacere.
  • Pensate ai benefici che l’attività fisica regolare e l’alimentazione equilibrata portano nella vostra vita, come ad esempio prevenire malattie, stare meglio, avere più fiducia in se stessi, eccetera. Fate una lista e tenetela in un posto visibile.
  • Pensate a cosa vi costerebbe ritornare sui vostri passi (in termini di salute, ma anche tempo, costo monetario, ecc.): ad esempio, potreste sentirvi più pesanti e affaticati, dovreste pagare un medico per massaggi alla schiena dopo anni di lavoro in ufficio, voi e i vostri figli rischiate di diventare in sovrappeso, eccetera.

TORNA ALLA PAGINA FIGLI

  • Gallery

    uova2 verdura4 b-parco-mf2 kiwi2