Fissare gli obiettivi

Non si adottano nuovi comportamenti da un giorno all’altro e a volte trovare la forza di perseverare può essere davvero difficile. Per questo motivo è fondamentale apprezzare tutti gli sforzi fatti e complimentarsi con se stessi per averlo fatto.

Stravolgere la propria vita per cominciare a mangiare meglio oppure muoversi di più non è sempre l’idea migliore. È importante fissarsi degli obiettivi, ma cominciare con “da domani farò l’attività fisica raccomandata” piuttosto che “da domani mangerò in modo sano” non sempre porta ai risultati voluti, poiché l’obiettivo è troppo ambizioso e sembra irraggiungibile.

Per questo è fondamentale riflettere e cominciare con il fissare obiettivi innanzitutto realistici e quindi raggiungibili, che siano specifici, misurabili e fissati nel tempo. Questo significa che dovete pensare a porvi degli obiettivi che in 2 settimane, per esempio, dovete raggiungere e che potete verificare.

Ad esempio, se di solito mangiate solo 2 porzioni di frutta e verdura, potete cominciare con il dire “per le prossime due settimane mangerò ogni due giorni 3 porzioni di frutta e verdura”. Preparate poi una tabella in cui annoterete quante porzioni mangerete realmente. Al termine delle due settimane, potrete contare le porzioni e vedere se avete raggiunto il vostro obiettivo. In questo caso, cominciare col dire subito “per le prossime due settimane mangerò ogni giorno 5 porzioni di frutta e verdura” potrebbe essere troppo, se non siete abituati e potreste presto arrendervi.

TORNA ALLA PAGINA FIGLI

  • Gallery

    uova2 gb-walking-mf4 verdura4 kiwi2