Coinvolgere i figli

Un altro modo per dare l’esempio ai propri figli è quello di coinvolgerli nel processo di decisione ovvero quando, per esempio, si fa la spesa o quando si programma il menù della giornata. Qui di seguito proponiamo un paio di attività possibili.

1) Fare la spesa insieme

Quando prendete un alimento e lo riponete nel carrello, date una frase di spiegazione ai vostri figli. Basterebbe per esempio dire: “Ecco, prendiamo la carne del gruppo rosso perché ci dà le proteine. Adesso andiamo a prendere qualcosa del gruppo verde e marrone”.

In questo modo, il concetto dei tre colori del piatto equilibrato resterà più impresso nella mente dei bambini. A volte ripetere potrà sembrare fastidioso o inutile, tuttavia una volta ripetuti i concetti, questi resteranno nella memoria dei bambini.

Una volta appresi i concetti, è possibile anche variare il “gioco” e chiedere ai figli di dire a quale gruppo appartengano gli alimenti messi nel carrello.

2) Programmare il menù

È possibile coinvolgere i propri figli nel programmare il menù, domandando quali sono le loro preferenze.

Se le richieste sono troppo poco sane (cioè se non costituiscono un piatto equilibrato, o se sono troppo zuccherine, ecc.), provate a ricavare dalla proposta dei vostri figli un piatto equilibrato. Spiegate loro perché avete tolto o aggiunto degli alimenti.

Così facendo, potrete approfittare dell’occasione per creare un “momento educativo” per i figli. Questo potrà giovare certamente ai bambini, che si ricorderanno più facilmente di un esempio concreto, piuttosto che di semplici raccomandazioni.

TORNA INDIETRO

  • Gallery

    g-ski-m1 pasta4 ciliege1 kiwi2