“Ho provato di tutto, non so cosa più cosa fare!”

È possibile che in casa già esistano modelli di riferimento per i figli per quanto riguarda il mangiare equilibrato: la mamma mangia in modo equilibrato, il papà pure e anche il figlio maggiore segue le raccomandazioni per un’alimentazione equilibrata, ma la sorellina più piccola proprio non ne vuole sapere! Che fare?

Innanzitutto, non ci si deve arrendere! Continuate a fare come sempre avete fatto, provate comunque a coinvolgere il bambino che fa i capricci, senza lasciarvi manipolare. È normale che durante l’infanzia i bambini cambino gusto e comincino a fare i capricci, anche quando solo qualche mese prima mangiavano quel determinato cibo. Non è poi escluso (e anzi, non è raro) che i bambini riprendano a mangiare o comincino ad apprezzare degli alimenti che prima si rifiutavano di assaggiare.

Un’altra strategia è quella di ignorare il bambino capriccioso. Molte volte i capricci non sono altro che una richiesta d’attenzione e poco hanno a che fare con il cibo in sè. Ignorate perciò i comportamenti negativi e concentratevi su quelli positivi (anche degli altri figli), incoraggiandoli, sottolineandoli o facendoli emergere apertamente. Ad esempio: “Bravo, hai mangiato tutto, questo ti farà bene, continua così…”

TORNA INDIETRO

  • Gallery

    b-ski-mf1 Vine Tomatoes Isolated on a black plate anguria2 g-ski-m1